Don Tony Drazza confermato assistente centrale del Settore Giovani di Ac

don Tony Drazza e Papa Francesco

Nel corso dei suoi lavori, il Consiglio Episcopale Permanente della Cei ha provveduto a confermare don Tony Drazza Assistente ecclesiastico centrale dell’Ac per il Settore Giovani. A lui gli auguri più cari e la preghiera della Presidenza nazionale e di tutta l’Azione Cattolica, nella certezza che egli saprà con la passione e l’intelligenza di sempre continuare nel suo servizio all’Associazione e alla Chiesa. Un impegno pastorale il suo carico di luce e fecondo di doni dello Spirito, ricco della grazia del Signore, che ci riconferma nella consapevolezza del prezioso compito che gli assistenti di Ac ricoprono in Associazione; ruolo decisivo in ordine alla formazione di laici coerenti, forti, capaci di una vita cristiana autentica.

Progetto Fuorisede in Lombardia

SEI FUORISEDE IN LOMBARDIA? TI ASPETTA UNA NUOVA VITA AL NORD(E)

Ormai è diventata una sorta di rito di passaggio: sempre più liceali o neolaureati alla triennale decidono di lasciare la regione di appartenenza per spostarsi al Nord, in modo da poter avviare o perfezionare gli studi in un ambiente totalmente diverso da quello frequentato finora. L’idea di una nuova vita è sempre molto eccitante, specialmente se pensiamo al classico modello americano dello “studente di college” che vive con un paio di coinquilini in una casa dove si fa baldoria un giorno sì e l’altro pure, in breve tempo fa amicizia e  arriva in coma alla cosiddetta “piramide sociale” tra una tesina, un esame e una lezione saltata. Sì, questa è una bella vita ma non è tutto oro quel che luccica poiché lasciare il posto che è stato considerato Casa per almeno 18 anni non è facile, per spostarsi poi di centinaia di chilometri lo è ancora meno.

ESTATE 2017: QUANDO IL CAMPO RADDOPPIA

di Lucia, Michele, Adelaide, Gioele, don Tony, don Michele - Ma come? Marzo è arrivato e non ci sono ancora notizie sui campi nazionali? Eravate preoccupati? Tranquilli, stavamo lavorando per un’estate 2017 carica di grosse sorprese! L’estate associativa per giovani e msacchini raddoppia la sua proposta con ben due campi nazionali (uno al Centro-Nord, uno al Centro-Sud). Ecco le date da segnare in agenda: il primo campo si terrà dal 28-31 luglio e il secondo dal 4 al 7 agosto 2017 (in entrambi i casi, dal venerdì al lunedì). Per i luoghi, ci vuole ancora un po’ di pazienza: li sveleremo fra qualche giorno!

DI CHI È IL BENE COMUNE?

Un compito singolare per visioni sostantive plurali

Il ‘bene comune’ è sostanzialmente ambiguo. La categoria su cui più di ogni altra la nostra società trova l’accordo quando vuole riempire di un contenuto la politica o quando si interroga sulle ragioni di esistenza della società umana è esposta a un fraintendimento di fondo. L’universo simbolico e pratico che il concetto di ‘bene comune’ evoca non è lo stesso per chi ora ne sta scrivendo e per chi in un altro ‘ora’ lo sta leggendo, anzi potremmo senz’altro dire che è sostanzialmente diverso per ciascun individuo che voglia qui soffermarsi a coglierne la radicalità. Infatti, a meno di non volerlo ridurre a uno slogan, è assolutamente semplicistico pensare di poter puntare il Nord della bussola sociale sulla categoria di ‘bene comune’. Piuttosto nell’ambiguità del concetto di ‘bene comune’ si annidano tutte le contraddizioni e tutti i conflitti della società moderna, che trova la sua identità nell’impossibilità di fornirne (solo) una.

SAN(VIV)REMO

Da pochi giorni si è concluso il Festival di Sanremo e, tra qualche bacio rubato, un “termostato” che diventa la risposta a tutto, e un meritato encomio a quelli che sono i veri eroi della nostra quotidianità,  dal palco dell’Ariston risuona armonioso un inno alla vita.

Ad aggiudicarsi la vittoria, il giovane Gabbani che, sulle note di un motivetto accattivante, propone un’attenta satira del mondo Occidentale, ormai da tempo devoto agli idoli tecnologici divenuti aggreganti ed, al contempo, escludenti. Alle sue spalle conquistano il podio, e molto altro, Fiorella Mannoia ed Ermal Meta.

Oscar

AND THE OSCAR GOES TO... WHO?

2017, gennaio ormai è quasi andato e di certo ha già lasciato i segni per restare immemorabile, in modo positivo o negativo a seconda dei punti di vista. La fine di gennaio però è anche sinonimo di un altro importantissimo evento: indossiamo i nostri abiti migliori, sistemiamoci a puntino perché manca sempre meno alla notte degli Oscar!