Explorando… dietro la scrivania

Versione stampabileVersione stampabile
Expo Milano 2015

È estate e sei bloccato in casa a studiare per gli esami? Vorresti rilassarti in spiaggia ma sei costretto a grondare di sudore in ufficio? Non preoccuparti. Con questo articolo potrai fare un entusiasmante giro del mondo, nutrendo la mente e il corpo.

Lo scorso 1 maggio è stata inaugurata, a Milano, l'Esposizione Universale, presente nel nostro Paese sino al 31 ottobre 2015. Un evento senza eguali, incentrato sulla tematica: Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Partecipano 140 nazioni con l’obiettivo di sensibilizzare, i numerosissimi e multietnici visitatori, sui discorsi dell'alimentazione, della cura dell'ambiente, e verso una maggiore ponderazione nella distribuzione e nell'utilizzo delle risorse.

L'Expo, finalmente libero dalle impalcature e dalla nube di Milàn, permette di godere delle atmosfere e assaporare i gusti di Terre e culture lontane.

Una volta giunti a Rho Fiera Expo, aver percorso un lungo tragitto a piedi con le condizioni climatiche tipiche degli Emirati Arabi, si giunge attraverso il Decumano al centro del mondo. Ci si trova, di colpo, immersi in una realtà surreale: voci, profumi, colori, sapori: un viaggio dei sensi alla scoperta del Globo. 

Lunghissime file precedono gli ingressi dei padiglioni, all’interno dei quali c'è un'intera cultura pronta a sbocciare come un bellissimo fiore. Di grande fascino lo stand austriaco, che riproduce un ambiente naturale boschivo, con percorsi e gettiti d'acqua. Ci si sente come i personaggi di Into the Woods,  purtroppo senza incontrare Johnny Depp ed Emily Blunt, sarebbe troppo perfetto!

Meravigliosi i tappeti e i monili del padiglione del Turkmenistan; le spezie e il riso con mele e datteri del Qatar; le alghe giganti del Marocco attraverso cui ascoltare il rumore del mare; l'enorme pannocchia del Messico; l'imponente alveare del Regno Unito che ricorda Barry di Bee Movie.

All'interno di ogni singola area si possono assaporare cibi nazionali, scoprire colture tipiche e conoscere proposte e idee per un’alimentazione alternativa. 

Interessante il Padiglione Zero: evidenziando i numerosi disastri ambientali provocati dall'uomo, infatti, richiama l'Enciclica Laudato sì di Papa Francesco, che rivede nella malattia del suolo, dell'aria e dell'acqua la violenza che campeggia nel cuore dell'uomo ferito dal peccato.

Il reparto assegnato alla Svizzera, dulcis in fundo, offre la possibilità di prendere gratis qualche gadget in ricordo di questa fantastica esperienza. Nel bel mezzo dell'euforia dovuta al poter "arraffare" quanto più possibile, l'hostess comunica la libertà di portar via ciò che si desidera, consapevoli che una volta esauritesi le merci non verranno reintegrate. A quel punto la civiltà e il rispetto verso il prossimo inducono alla moderazione, per permettere a tutti di godere di quel piacere.

Sei ancora lì seduto a studiare e sudare? Una Coca-cola ghiacciata e un bel McChicken ti daranno l’impressione di essere all’Expo!