Progetto FuoriSede, il tris è servito: Torino, Milano, Roma

Versione stampabileVersione stampabile
Università

«Poi l’estate svanisce e passa, e arriva ottobre. Si fiuta l’umidità, si sente una chiarezza insospettabile, un brivido nervoso, una veloce esaltazione, un senso di tristezza e di partenza».

Lo scrittore statunitense Thomas Wolfe descrive così il decimo mese dell’anno: un tempo di partenze, spostamenti, viaggi accompagnati da sogni e speranze. Molti giovani, ad esempio, proprio in questo periodo lasciano la propria diocesi e si trasferiscono – per motivi di studio e/o lavoro – in altre parti d’Italia.

Ma questi giovani non sono soli, ormai sanno che l’Ac non li abbandona. Il Progetto FuoriSede è rivolto proprio a loro. Un progetto che si appresta a vivere, nelle prossime settimane, le tappe di Torino (22 ottobre), Milano (5 novembre) e Roma (21 novembre). Occhio alle locandine!

D’altronde, l’Azione cattolica è una grande famiglia, proprio come il nostro caro, vecchio Stivale.