RESTART: SI APRE IL NUOVO TRIENNIO DEL SETTORE GIOVANI

Versione stampabileVersione stampabile

di Luisa Alfarano, Michele Tridente, don Tony Drazza* e i consiglieri nazionali

Cari giovanissimi e giovani di tutta Italia, ciao!

Dopo la nostra elezione siamo stati invasi dagli auguri di un buon servizio per la Chiesa e per l’Ac. Ci siamo sentiti abbracciare da tutti voi, da nord a sud: un abbraccio forte e caloroso, colmo di affetto e vicinanza, di preghiera e profonda amicizia. Vogliamo quindi dirvi “grazie” ed esprimere tutta la nostra felicità nell’iniziare questa nuova avventura che vivremo insieme.

Iniziamo questo triennio con la gioia nel cuore grazie al Congresso del FIAC del 27 aprile, e dopo aver vissuto la XVI assemblea nazionale e l’incontro con Papa Francesco il 30 aprile: momenti importanti che hanno dato il via ai festeggiamenti per i 150 anni di storia dell’Azione cattolica.

Il Papa ci ha invitati a essere all’altezza della nostra bella e lunga storia, rendendo grazie al Signore e continuando a scommettere su un cammino associativo da percorrere, insieme alla Chiesa tutta, all’interno del nostro tempo. Papa Francesco ci ha incoraggiato ad essere sempre più “discepoli-missionari”: noi giovani ci metteremo il cuore, la testa e le mani per proseguire questa strada che abbiamo intrapreso.

Tutto ciò anche alla luce del Sinodo “I giovani, la fede, e il discernimento vocazionale” voluto fortemente proprio da Papa Francesco. Ci attendono mesi intensi, in cui saremo chiamati a impegnarci nella preparazione di questo momento. Soprattutto avremo il compito di far sentire le nostre voci e, attraverso di noi, le voci di tutti i giovani che conosciamo e che spesso si sentono lontani da Dio e dalla vita delle nostre comunità ecclesiali.

Il nostro grazie va quindi fin da ora a tutti gli educatori, i responsabili e gli assistenti ai diversi livelli: questo cammino, in cui ci sentiamo accompagnati a vicenda, sia «soprattutto una missione d’amore perché non si può insegnare senza amare e senza la consapevolezza che ciò che si dona è solo un diritto che si riconosce, quello di imparare», come ha ricordato Papa Francesco nella sua visita a Barbiana nei giorni scorsi.

E il cammino inizia subito con un appuntamento speciale: nei prossimi mesi vivremo ben due campi nazionali del Settore giovani, in contemporanea con il Movimento Studenti. Sarà questa la prima occasione per incontrarci e conoscerci, per riflettere insieme e sognare il Settore del prossimo triennio, a partire dalle belle esperienze che già ciascuno di noi vive. Vi aspettiamo! **

Infine, vogliamo davvero ringraziare chi ci passa il testimone, a partire da Lucia che ha appena concluso il suo triennio. A lei si aggiungono i consiglieri nazionali, Maria, Leonardo, Manuel, Salvatore e tutti coloro che hanno collaborato in centro nazionale. Per noi, idealmente, rappresentano tutti i giovani che nel corso del tempo hanno servito le persone attraverso questa bellissima storia che è l’Ac.  Tocca ora a noi, insieme ai nuovi consiglieri Sonia Rotatori, Sara Vielmi, Sara Falco, Michele Azzoni e Gioele Anni, far crescere e fruttificare questa storia bellissima che ci è stata consegnata.

Allora eccoci! Noi siamo pronti. Siamo convinti che la nostra vita dovrebbe essere in grado di saper moltiplicare le cose belle. E in particolare, tra i tanti impegni, non dimentichiamoci che siamo invitati soprattutto a far crescere l’amore e la gioia dell’incontro con Gesù Cristo.

Camminiamo insieme, sosteniamoci, vogliamoci bene e tutto questo sarà un miracolo d’amore per chi ci avvicinerà!

*vicepresidenti e assistente del Settore Giovani nazionale di Azione Cattolica

**Quest’anno il campo raddoppia: il primo campo sarà ad Anagni (28-31 luglio) e il secondo a Fognano (4-7 agosto). Le note tecniche per le iscrizioni sono arrivate a tutti i vicepresidenti, assistenti e agli incaricati regionali; nei prossimi giorni arriverà anche il programma completo.Non abbiamo proprio scuse e non possiamo mancare!