3, 2, 1… al via il Campo Nazionale #nonsonosolo

Versione stampabileVersione stampabile

Con una serata all’insegna del gioco, della conoscenza e del divertimento si è conclusa la prima giornata di Campo Nazionale di Settore Giovani e MSAC, anche quest’anno nuovamente insieme.

Caldo torrido, per alcuni molti chilometri da percorrere, non hanno fermato i 240 partecipanti che si sono dati appuntamento a Molfetta (BA) per vivere questa esperienza che fino al 9 agosto sarà anzitutto occasione di incontro all’insegna della fraternità. Sì, fraternità… perché come hanno voluto sottolineare i vice presidenti Lucia e Michele è importante concedersi sempre del tempo da dedicare alle relazioni, accogliendo Lui e accogliendo l’altro, semplicemente come giovani in cammino.

Lo stesso don Tonino Bello, Vescovo di Molfetta dal 1982 al 1993, rivolgendosi ai giovani li esortava così “Coltivate le amicizie, incontrate la gente. Voi crescete quanto più numerosi sono gli incontri con la gente, quante più sono le persone a cui stringete la mano”. Ed è proprio su questo stile che saranno vissute le prime giornate di campo, a partire dal tema del dialogo, così importante ed urgente poiché alla base di ogni relazione, passando poi per l’esperienza del conflitto, un nodo che presto o tardi si sperimenta ma nel quale non identificare unicamente ostacoli e criticità, fino all’incontro con il perdono, un percorso da intraprendere assieme ad ospiti speciali che ci regaleranno le loro esperienze. Nella seconda parte del campo invece ciascun partecipante sarà chiamato a re-indossare il proprio ruolo in Ac per confrontarsi sui legami vissuti all’interno dell’associazione e sullo stile dell’associazione stessa all’interno della società.
Il programma si prospetta intenso ma anche appositamente “bucherellato” per lasciare spazio alla bellezza delle relazioni, da scoprire o coltivare, di questa terra, da conoscere ed apprezzare e dello sguardo benevolo del Signore su ciascuno, da accogliere per ripartire.